POESIA DI BASSO LIVELLO

IMG_9520Il nostro allievo Luciano del corso La Bella Età – teatro per over 60 ci ha deliziato con una sua composizione scritta per la festa del XX anno della scuola. Con immenso piacere la pubblichiamo per gli assenti e – soprattutto – per i posteri! Ah, Alcuni riferimenti sono di difficile comprensione, alla vostra immaginazione il compito di provvedere.

 

 

Io mi scuso per l’ardire

di voler farvi sentire

un poema assai imperfetto

ma che ho scritto per affetto così a almeno a tutti resta

il ricordo della festa

 

Possa Dante perdonare

quel che vado a declamare

 

Cari attori convenuti

per gli auguri ed i saluti

stare insieme è un gran piacere

perchè c’è mangiare e bere

 

Qui si cerca d’imparare

a star sul palco e recitare

non abbiam molta speranza

ma per noi non ha importanza

chi fa il corso bella età

se il destino lo vorrà

pur con molti inciampi e affanni

verrà a scuola altri trent’anni

e chi è un po’ traballante

ci verrà con la badante

 

Noi siam ligi e molto attenti

un modello di studenti

al sapere siamo aperti

e d’uccelli ormai esperti

mamma e figli Biribaula

ci tormentano nell’aula

 

Se d’antracola i torrioni

c’han sfinito anche i marroni

della mamma e gli uccellini

e i tristi lor destini

dopo mesi io direi

ne abbiam pien gli zibidei

 

Or vorrei prendere il destro

di parlare del maestro

 

Lui ci gira a tutti intorno

e c’insegna a dir buongiorno

mette in moto il nostro corpo

lo raddrizza anche se è storto s’interessa al culo e all’ano

per fortuna da lontano

e con grazia e con mestiere

ci fa aprire lo sfintere

 

Poi ci insegna anche a parlare

e perfino a respirare

per capir come si fa

s’aspettava questa età

 

Quarantuno venti trenta

un po’ strani si diventa

non si sa cosa vuol dire

si fa finta di capire

ma ci serve per le prove

sei diciotto cinque nove

 

Quant’è bello improvvisare

niente a mente da imparare

son per noi piccole sfide

ci si impegna e poi si ride

 

Ora devo stare attento

perché è serio l’argomento

vi propongo una preghiera

che potete dir la sera

 

Per il corso bella età

la preghiera è questa qua

 

A te Dio Budda o Maometto

d’esser bravo lo prometto

ma ti chiedo un gran favore

te lo chiedo con il cuore

quando giochi col destino

fai le cose per benino

dacci ancora tanti anni

di una vita senza affanni

 

Tu lo sai che noi attori

siamo giovani nei cuori

ma nel corpo un po’ maturi

tu fai in modo che ci duri

 

Se l’orologio della vita

ci segnala che è finita

tu prolunga questo orario

non ci chiudere il sipario

 

Sia preghiera oppur poesia

questo è scritto e così sia

 

Ma ora basta raccontare

dir poesie o recitare

è il momento degli auguri

per quest’anno ed i futuri

tutti quanti in allegria

chi vuol essere lieto sia

 

 

Luciano

7 febbraio 2016

 

Officina Teatro ‘O scuola di recitazione dal 1996

Info

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

 

Annunci

Un commento su “POESIA DI BASSO LIVELLO

  1. arielemag ha detto:

    Il riassunto è ben perfetto,
    e piacevole lo ammetto.
    Ma alle cinque, Lucianino,
    ci vorrebbe un caffettino.
    Siamo in tre hai tenuto il conto?
    in tre strette tazze, tosto!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...