stage di teatro L’ATTORE e gli STRUMENTI IMPERFETTI – 16/17 settembre

 

Due giorni immersi nella natura da dedicare alla propria creatività conoscendo altre persone unite dalla stessa passione. Due intense giornate dedicate al teatro, a se stessi e ai nostri strumenti imperfetti.

LO STAGE

L’attore usa il proprio corpo e la propria voce per emozionare, vivere e narrare storie. Non può recitare ed esprimersi attraverso atti ripetitivi ed abitudinari, non può creare senza sbagliare.

Errori ed imperfezioni sono strumenti fondamentali della scoperta. Parola, suono e movimenti imperfetti, adeguatamente condotti, possono stimolare l’immaginazione dell’attore. Uscire dai facili e sicuri meccanismi delle abitudini è il solo modo per vivere appieno il senso della creazione, l’unica via per arrivare allo spettatore in modo sincero e potersi esprimere pienamente.

La creazione è un sentiero imprevedibile, pieno di incertezze e scoperte ed è possibile sfruttare le resistenze, riparare e ripartire dagli errori, sfruttare le nostre personali ambiguità.

Due intense giornate dedicate al teatro, a se stessi e ai nostri strumenti imperfetti.

DOVE

Saremo ospiti in una antica pieve in provincia di Arezzo sulla via Francigena ad un’ora circa di distanza da Firenze, un ambiente protetto e a contatto con la natura.

QUANDO

Lo stage si svolgerà nei giorni di sabato 16 e domenica 17 settembre, condotto da Paolo Papini e Leonardo Torrini della Officina Teatro ‘O.

Il rifugio sarà in uso esclusivo per i partecipanti.

 

L’iscrizione comprende:

quattro sessioni di lavoro nei due giorni

un pernottamento presso la pieve

due pranzi

una colazione

una cena

 

Lo stage è a numero chiuso

POSTI ESAURITI

Per chi fosse interessato è disponibile una lista di attesa

 

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro a Firenze dal 1996

email: info@teatroo.it – telefoni 3282793144 – 3393318580

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Sito: www.teatroo.it

Nel weekend mi rotolo e divento acqua

foto-1

“… Sabato sera esci con noi?”

“Non posso, sabato e domenica ho una stage!”

“Uno stage??!! ma tu non hai un negozio?… ”

“…”

 

stage

[, freq. ma impropria la pr. ingl.] s.m. fr. (pl. stages); in it. s.m. inv. (o pl. orig.)

• • Periodo di formazione e di apprendistato, dopo gli studi o prima di un’assunzione, che si trascorre in un ufficio, in un reparto, in una scuola o sim. per imparare l’attività o la professione che vi si svolge SIN tirocinio; anche, seminario di aggiornamento
…già, aprendo il dizionario non c è dubbio.

lo stage fa parte del mondo del lavoro…

per una persona normale!

 

Ma d’altronde si sa , chi frequenta un corso di teatro proprio tanto normale non è!

 

… una parola banale, un termine che sembra scontato o comunque con un significato chiaro e distinto in realtà per l’attore non è altro che un PRETESTO.

una chiave di lettura che nasconde al suo interno migliaia di mondi…

PERIODO DI FORMAZIONE… il significato di questa frase non ha dubbi, già!

la parola periodo non fa altro che scandire una definizione di tempo… ma forse non è così.

Il dizionario stesso dice che la parola periodo ha molteplici significati.

per esempio; in chimica si dice che il periodo sia: Ciascun gruppo di elementi compreso tra due elementi chimicamente simili.

Io non credo di essere un chimico ma so per certo che questi due elementi CHIMICAMENTE SIMILI, hanno un nome proprio: Paolo e Leonardo

il gruppo di elementi compresi tra essi penso abbiano all’incirca 24 nomi distinti.

… esaminando poi la parola FORMAZIONE il dizionario cita le seguenti  parole:

creazione, nascita.

beh… provate a mettere insieme 24 ingredienti, come farebbe un grande chef . So che può essere un po’ un azzardato mescolare tutti questi ingredienti ma trovando il legante giusto, il risultato può essere straordinario!

“L’alta cucina non è una cosa per i pavidi, bisogna avere immaginazione, essere temerari, tentare anche l’impossibile e non permettere a nessuno di porvi dei limiti solo perché siete quello che siete, il vostro unico limite sia il vostro cuore. Quello che dico sempre è vero, chiunque può cucinare ma solo gli intrepidi possono diventare dei grandi.”

… e non lo dico io, lo dice Ratatouille! (se non sapete di cosa sto parlando, guardate qualche cartone animato!)

ma torniamo a noi

… SI TRASCORRE IN UN UFFICIO , IN UN REPARTO, IN UNA SCUOLA ECC , provate a mettere tutti questi elementi insieme , so per certo che il primo luogo che vi viene in mente è la scuola di magia di Hogwarts , quella di Harry Potter per intenderci. (…già forse sono l’unico a cui viene in mente questo luogo… bah)

… Un posto magico dove gli studenti possono imparare la magia, affrontare le loro paure più oscure e creare pozioni che donano una sfrenata allegria… beh vi assicuro che questo luogo esiste davvero, si fanno vere magie ci si trova faccia a faccia con le nostre paure e si piange dal ridere… non si trova in Inghilterra o in foresta incantata ma a RIGUTINO!!!

Forse sto esagerando… sto rasentando la follia

o forse… ho passato due giorni a dare piena libertà al mio corpo e alla mia mente ed ora sento la necessità in qualche modo di prolungare questo senso di libertà!

Domani purtroppo ricomincia la settimana e la routine di tutti i giorni, verrò castrato dal mio stesso corpo, non potrò rotolarmi per terra con una maschera sul volto, non potrò fingere di essere qualcun altro, non potrò morire a causa di ossa di pollo, non potrò avere una sorella matta, non potrò essere acqua, vento, verde e marrone!

so per certo però che in una piccola stanza racchiusa tra il cuore e la mente è rimasto tutto questo e quando gli altri non mi vedono, posso tirare fuori ogni singolo pezzo e ricominciare a giocare!

 

Diego

 

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro a Firenze dal 1996

Info ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

stage di teatro CREARE CON L’IMPREVISTO – parola e azione 24/25 settembre

 

StageSettembre2016.Fronte.WEBdue giorni di teatro in agriturismo nella campagna aretina

 

Due intense giornate dedicate al teatro attraverso un lavoro approfondito su parola e movimento. Due giorni da dedicare a se stessi e alla propria creatività conoscendo altre persone unite dalla stessa passione.

La calma e la quiete del luogo aiuteranno a raggiungere uno stato di neutralità che precede l’azione, uno stato mentale e fisico ricettivo riguardante ciò che ci circonda, senza conflitti interiori.

In un ambiente protetto e a contatto con la natura, ospiti in una antica pieve in provincia di Arezzo sulla via Francigena ad un’ora circa di distanza da Firenze.

Lo stage si svolgerà nei giorni di sabato 24 e domenica 25 settembre.

Condotto da Paolo Papini e Leonardo Torrini della Officina Teatro ‘O, prevede due giornate di attività presso il rifugio “La Sassaia” a pochi passi dalla via Francigena e dal Cammino di San Francesco.

Il rifugio sarà in uso esclusivo per i partecipanti.

LO STAGE

La parola nasce dal silenzio come il movimento ha origine dalla immobilità.

Faremo nostra la parola non come mera descrizione ma come entità creativa: scegliendola si sceglie e si genera una realtà.
Faremo nostro il movimento non come gesto utilitaristico ma stimolato da una necessità interiore che sfocia nell’espressività.

Attraverso il gioco esploreremo il senso del ritmo: entrare nel ritmo equivale ad entrare nel grande motore della vita, dei suoi passaggi e del suo mistero. Attraverso il gioco recupereremo le potenzialità inesplorate del nostro corpo per arrivare alla creazione in modo convincente e sincero.

Frasi e scene di celebri testi teatrali saranno la guida durante tutto il nostro percorso. Saranno la base su cui potersi appoggiare e ritornare, per poi ripartire e trovare altri percorsi, altre strade inesplorate ed impreviste.

COSTI

Il costo dello stage è di €115 per i soci della Officina Teatro ‘O e di €130 per i non soci

 

L’iscrizione comprende:

quattro sessioni di lavoro nei due giorni

un pernottamento presso la pieve

due pranzi

una colazione

una cena

 

Lo stage è a numero chiuso: ULTIMO POSTO RIMASTO

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

email: info@teatroo.it – telefoni 3282793144 – 3393318580

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Sito: www.teatroo.it

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro a Firenze dal 1996

Perché partecipare ad uno Stage di teatro

IMG_6696

Partecipare allo stage della Officina Teatro ‘O si è rivelato una di quelle cure a efficacia cento per cento. Divertimento totale, emozione profonde, messa alla prova, senza trascurare tutti gli aspetti tecnici interessanti… gli effetti si sono visti su tutti i partecipanti! Tutti sono risultati ‘liberi’, tutti sono usciti dalle loro abitudini… ciò è stato evidente nelle piccole rappresentazioni finali; tutte espressive, nessuna banale, quasi geniali…
Lo stare insieme, l’esperienza alla ricerca delle disabitudini, il fuori ordinario weekend, hanno reso ancora un po’ più difficile il lunedì… volevo dell’adrenalina!

Samantha

 
La inaspettata libertà di prendersi cura di se stessi attraverso il teatro
Gratificata e contenta. Così la stanchezza davvero non l’ho sentita oggi a lavoro, né la sento adesso.Un’esperienza intensa, formativa, emozionante, bella. Una nuova e insolita consapevolezza di te stesso, del tuo corpo e delle tue emozioni. La voglia di esprimere ed esprimersi. La consapevolezza che abbiamo i mezzi per farlo e non li usiamo perché dimentichiamo di averli… o forse neppure ce ne accorgiamo. Inizio a capire meglio quanto il teatro sia dare e quanto noi invece siamo abituati a chiedere.

Tiberia

 
Comincerei proprio dal rientro. Soddisfazione, pienezza, gioia. Sono solo alcune delle sensazioni che avevo dentro quando sono andato a letto. La cosa ancora più bella è che il giorno dopo al risveglio erano ancora lì a farmi apprezzare la vita.
Lo stage è stato bellissimo. Ho visto me stesso e gli altri mettere in pratica le cose imparate durante l’anno di corso e durante lo stage stesso, con una naturalezza impressionante.
La creatività tirata fuori da tutti mi ha emozionato e mi ha fatto riflettere su quante cose belle ci sono in ognuno di noi e su quanto il teatro sia uno strumento meraviglioso. Mi sono anche chiesto come sia possibile che abbia aspettato tutti questi anni per farlo. Ma ogni cosa ha il suo tempo.
Poi che dire del resto.
Voi siete stati magnifici, ci avete condotto in luoghi fantastici, a volte immaginari a volte concreti e profondi. Il gruppo era splendido,siamo tornati tutti bambini e abbiamo giocato al gioco della finzione divertendoci da morire. Questo si percepiva nell’aria. C’era una atmosfera di gioco e di gioia. Di complicità. C’era passione in voi ed in noi.
Per tutto questo vi ringrazio.

Pietro

IMG_6593
Sono rientrata nella routine con un’energia che non avevo da tempo. Essermi presa cura di me mi ha riempito di voglia di dare agli altri e voi sapete quanto viene chiesto dalla vita ad ognuno di noi. Sono stati due giorni intensi, fisicamente, soprattutto emotivamente… ma rifarei tutto subito! Grazie per tutto e per avermi fatto sentire di nuovo me stessa.

Liza

La cura del teatro

foto 2 (12)La cura del teatro

Partecipare allo stage della Officina Teatro ‘O si è rivelato una di quelle cure a efficacia cento per cento. Divertimento totale, emozione profonde, messa alla prova, senza trascurare tutti gli aspetti tecnici interessanti… gli effetti si sono visti su tutti i partecipanti! Tutti sono risultati ‘liberi’, tutti sono usciti dalle loro abitudini… ciò è stato evidente nelle piccole rappresentazioni finali; tutte espressive, nessuna banale, quasi geniali…
Lo stare insieme, l’esperienza alla ricerca delle disabitudini, il fuori ordinario weekend, hanno reso ancora un po’ più difficile il lunedì… volevo dell’adrenalina!

Samantha

 

 

Presentazione dei corsi

giovedì 1 ottobre ore 21,30 NEWSTAZ Via Attavante 5, Firenze

 

Info ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Gli opposti si attraggono un po’ sì un po’ boh

foto 2 (12)La inaspettata libertà di prendersi cura di se stessi attraverso il teatro

Gratificata e contenta. Così la stanchezza davvero non l’ho sentita oggi a lavoro, né la sento adesso. Un’esperienza intensa, formativa, emozionante, bella. Una nuova e insolita consapevolezza di te stesso, del tuo corpo e delle tue emozioni. La voglia di esprimere ed esprimersi. La consapevolezza che abbiamo i mezzi per farlo e non li usiamo perché dimentichiamo di averli… o forse neppure ce ne accorgiamo. Inizio a capire meglio quanto il teatro sia dare e quanto noi invece siamo abituati a chiedere.

Tiberia

Inaspettata mattina di metà settembre, catapultato in un luogo altro.
Avverto subito il delicato tocco della libertà, della leggerezza di affacciarmi alla dimensione del gioco.
Indosso una maschera per ritrovare me stesso, per riscoprire il mio corpo nelle sue singole membra, per ascoltare il mio respiro.
Profonda empatia ed armonia con i miei compagni di viaggio.
Da non crederci…
Cammino, osservo, farnetico e sogno all’interno di uno spazio geometrico, chiuso da buffi birilli arancioni.
Qui si liberano le mie sensazioni, nel labirinto della fantasia, nella dimensione ovattata e pacifica dell’ascolto e dell’osservazione di ciò che mi circonda.

Mi muovo intorno ad un albero che mi sembra di conoscere da sempre e mi sorprendo ad ascoltare nuovamente il mio respiro, la mia voce, i miei passi sul terreno. 
Sempre di più questa sensazione di libertà inaspettata, inaspettata.
Mi sento facente parte di un gruppo di esseri viventi e tutto intorno a me avverto il palpito inebriante della vita.
Striscio sul pavimento di una stanza chiusa e mi sento padrone del mio corpo, libero di esprimere tutto ciò che provo.

Indugio per lunghi minuti ad accarezzare due docili gattini nati da poco e mi soffermo ad ascoltare le storie bizzarre di un simpatico templare tornato dal passato.
Poi, quando già presagisco con dispiacere che il sogno sta per svanire, una rassicurante nenia che fa ancora parte di quel mondo mi accompagna dolcemente durante il tragitto che mi riporta alla realtà: “Gli opposti si attraggono un po’ sì un po’ boh / Gli opposti si attraggono un po’ sì un po’ boh…”

Marco

VolantinoFronte.WEB

 

Presentazione dei corsi

giovedì 1 ottobre ore 21,30 NEWSTAZ Via Attavante 5, Firenze

 

Info ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Come è possibile aver aspettato tutti questi anni per farlo?

 foto 1 (15)

Alcuni allievi/attori ci parlano della loro esperienza di due giorni di stage di teatro in campagna

Comincerei proprio dal rientro. Soddisfazione, pienezza, gioia. Sono solo alcune delle sensazioni che avevo dentro quando sono andato a letto. La cosa ancora più bella è che il giorno dopo al risveglio erano ancora lì a farmi apprezzare la vita.
Lo stage è stato faticoso ma bellissimo. Ho visto me stesso e gli altri mettere in pratica le cose imparate durante l’anno di corso e durante lo stage stesso, con una naturalezza impressionante.
La creatività tirata fuori da tutti nello spettacolo finale mi ha emozionato e mi ha fatto riflettere su quante cose belle ci sono in ognuno di noi e su quanto il teatro sia uno strumento meraviglioso. Mi sono anche chiesto come sia possibile che abbia aspettato tutti questi anni per farlo. Ma ogni cosa ha il suo tempo.
Poi che dire del resto.
Voi siete stati magnifici, ci avete condotto in luoghi fantastici, a volte immaginari a volte concreti e profondi. Il gruppo era splendido,siamo tornati tutti bambini e abbiamo giocato al gioco della finzione divertendoci da morire. Questo si percepiva nell’aria. C’era una atmosfera di gioco e di gioia. Di complicità. C’era passione in voi ed in noi.
Per tutto questo vi ringrazio e vi voglio bene.

Pietro

foto 3 (7)

Sono rientrata nella routine con un’energia che non avevo da tempo. Essermi presa cura di me mi ha riempito di voglia di dare agli altri e voi sapete quanto viene chiesto dalla vita ad ognuno di noi. Sono stati due giorni intensi, fisicamente, soprattutto emotivamente… ma rifarei tutto subito! Grazie per tutto e per avermi fatto sentire di nuovo me stessa.

Liza

È passato il carro ed insieme con i nostri Lucignoli siamo andati nel paese dei balocchi e ci siamo messi a giocare, ma con noi stessi, mettendoci a nudo con sincerità, perciò invece di diventare asini siamo diventati migliori. È stato bello intenso difficile e magico. Grazie a voi.

Lucia

VolantinoFronte.WEB

 

Presentazione dei corsi

giovedì 1 ottobre ore 21,30 NEWSTAZ Via Attavante 5, Firenze

 

Info ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O