Saggi saggi saggi!

In un solo fine settimana ben tre saggi spettacolo degli allievi dei corsi La Bella Età – teatro per over 60 a Firenze

 

Sabato 13 maggio ore 21 Teatro Reims di Firenze

STRANI EQUIVOCI sciocchezzuola per 8 personaggi

PICCOLI DELITTI breve interludio per 3 sole voci

UNA SCIOCCHEZZA IRRIMEDIABILE falso dramma per 13 personaggi

Domenica 14 maggio ore 16.30 Teatro Reims di Firenze

AVVOLTI&DISINVOLTI

ovvero

UN FALLIMENTO DI GROSSO SUCCESSO

atto unico in 13 improbabili scene

Domenica 14 maggio ore 21 Teatro Reims di Firenze

UN MARZIANO A FIRENZE

finzione o realtà?

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro dal 1996

 

Info e Prenotazioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

La Bella Età – il teatro per over 60

 LaBellaEtaFronte.WEB

Hai almeno 60 anni? Ti piacerebbe fare teatro?

Questo è un corso di teatro dedicato espressamente a chi ha compiuto più di 60 anni.

Partecipare ad un corso di teatro significa molto di più del solo recitare su di un palco.

Ecco alcuni benefici che si possono ottenere:

Aumentare le tue relazioni sociali

Aggiornare le proprie conoscenze

Sentirti bene con gli altri e di conseguenza con te stesso/a

Utilizzare le tue competenze

Scoprire e sviluppare le tue capacità espressive

Imparare a parlare meglio (dizione e pronuncia)

Sperimentare le tue emozioni in un ambiente sicuro

Apprendere nuove tecniche per la memoria

Tenerti in forma con tecniche di ginnastica lieve

Proprio per tutti questi motivi il Comune di Firenze ed il Quartiere 4 hanno deciso di dare il loro patrocinio a questo percorso e di sostenerlo.

Il corso è organizzato dalla Officina Teatro ‘O, scuola di teatro dal 1996, grazie al contributo del Consorzio di Cooperative Sociali METROPOLI e di ARCI Firenze.

Destinatari

Donne e uomini con più di 60 anni di età

Modalità e tempi

Un incontro a settimana con orario 10-12 da Ottobre

Riduzioni

Sconto speciale per i soci Coop

LaBellaEta2Fronte.WEB

Informazioni ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Sedi del corso

Newstaz

Via Attavante 5, Firenze (a pochi passi dalla Coop di Ponte a Greve)

Ex Fila

Via Leto Casini 11 (zona Via del Gignoro Firenze Sud)

“Mi è impossibile dirvi la mia età: cambia tutti i giorni.”

Alphonse Allais

La Bella Età – fare teatro dopo i 60 anni

foto (19)

Hai almeno 60 anni? Ti piacerebbe fare teatro?

Questo è un corso di teatro dedicato espressamente a chi ha compiuto più di 60 anni.

Partecipare ad un corso di teatro significa molto di più del solo recitare su di un palco.

Ecco alcuni benefici che si possono ottenere:

Aumentare le tue relazioni sociali

Aggiornare le proprie conoscenze

Sentirti bene con gli altri e di conseguenza con te stesso/a

Utilizzare le tue competenze

Scoprire e sviluppare le tue capacità espressive

Imparare a parlare meglio (dizione e pronuncia)

Sperimentare le tue emozioni in un ambiente sicuro

Apprendere nuove tecniche per la memoria

Tenerti in forma con tecniche di ginnastica lieve

Proprio per tutti questi motivi il Quartiere 4 di Firenze ha deciso di dare il suo patrocinio a questo percorso e di sostenerlo.

Il corso è organizzato dalla Officina Teatro ‘O, scuola di teatro dal 1996, grazie al contributo del Consorzio di Cooperative Sociali METROPOLI.

Destinatari

Donne e uomini con più di 60 anni di età

Modalità e tempi

Un incontro a settimana della durata di 2 ore da Ottobre

Riduzioni

Sconto speciale per i soci Coop

Informazioni ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Sede del corso

NEWSTAZ

Via Attavante 5, Firenze (a pochi passi dalla Coop di Ponte a Greve)

“Mi è impossibile dirvi la mia età: cambia tutti i giorni.”

Alphonse Allais