Cosa succede quando ti iscrivi ad un corso di teatro? di Erika Gherardotti

foto

C’è un luogo, a Firenze, dove le persone prima entrano con un po’ di circospetta titubanza e poi ne escono arricchiti e contenti, questo luogo non è un posto onirico o immaginario, non è una fabbrica di sogni irrealizzabili o di false speranze, ma una vera e propria Officina di emozioni. Emozioni che s’intessono, emozioni che si rivivono, emozioni che si scoprono.

E’ un luogo d’incontro, un posto in cui si fanno nuove amicizie, un rifugio in cui per tre ore alla settimana ci si può sentire protetti, ma allo stesso tempo liberi.

Un posto in cui si cresce, ma allo stesso tempo si torna bambini, sì: lì si può ancora giocare a “facciamo finta di”. Le distanze sono accorciate e le barriere abbattute: ti confronti, ti scontri, ti incontri, con persone. Non esistono né anziani, né giovani, né belli, né brutti. Esiste il gruppo. Non c’è distinzione di sesso o di razza, è veramente un luogo democratico fondato sull’uguaglianza.

Passato, presente e futuro si fondono quindi in un nuovo tempo, quello teatrale.

Si sputa, si suda e si lavora, si mette alla prova la nostra memoria, o meglio: l’alleniamo.

Si crea e si disfa, ci si veste e ci si sveste, ci si alza e ci si siede, si urla e si sussurra, ci si lascia trasportare dalla musica e poi dal silenzio, si apre e si chiude il sipario, si accendono e si spengono le luci, si aprono e si chiudono le palpebre, si piange e si ride… potrei andare avanti per indefiniti opposti che inesorabilmente, qui, si attraggono.

Tutti coloro che decidono di mettersi in gioco sanno che andranno incontro a giudizio, ma quello più importante è quello che dai a te stesso.

Quando si inizia questo percorso bisogna essere umili prima, pretenziosi durante, coscienziosi poi, e tornare umili.  Ciò che davvero conta è la strada che facciamo per raggiungere il risultato, non il risultato stesso. E in questa strada non siamo soli: siamo accompagnati dal gruppo e guidati dagli insegnanti Leonardo Torrini e Paolo Papini, sono quest’ultimi che ci fanno scoprire quali sono gli attrezzi giusti per lavorare al fine del raggiungimento del nostro obiettivo, una volta che ce li abbiamo “in mano”, questi strumenti, impariamo via, via, ad utilizzarli, come fossimo seduti davanti ad una grande macchina meccanica fatta di infiniti ingranaggi all’interno di un officina. Officina è proprio il nome di questo luogo, Officina Teatro ‘O.
L’intero percorso formativo della scuola di teatro prevede 3 anni di scuola:

CORSO BASE I anno: disinibizione, improvvisazione, senso del ridicolo, giochi vocali, respirazione, improvvisazione, il gesto, dizione e pronuncia, saggio finale

CORSI AVANZATI II e III anno: interpretazione, studio del personaggio, corpo vocale, copione mimico, messa in scena.

C’è poi la possibilità di frequentare due diversi LABORATORI a tema Garcia Lorca Voce Corpo Sentimento e Shakespeare Voce Corpo Sentimento, per chi ha finito la scuola o per chi ha già un po’ di esperienza teatrale.

Per chi ha più di 60 anni di età, c’è un corso espressamente dedicato: LA BELLA ETA’, progetto nato col patrocinio del Comune di Firenze e dei Quartieri 2 e 4.

 

Se vuoi saperne di più, partecipa alla presentazione dei corsi che si terrà Mercoledì 3 Ottobre 2018 alle ore 21.30, presso NEWSTAZ in Via Attavante, 5 Firenze.

 

Officina Teatro ‘O

Per info: 055.4684591 – 339.3318580 – 328.2793144 e-mail: info@teatroo.it.

Sito: www.teatroo.it Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

 

Erika Gherardotti

Annunci

Finalmente il laboratorio Shakespeare a Firenze Sud! di Paolo Papini

 

img_0612Laboratorio Shakespeare – voce corpo sentimento

La Officina Teatro ‘O – scuola di recitazione che proprio questo anno compie i 20 anni – arriva finalmente a Firenze sud con un laboratorio a tema su Shakespeare.

Shakespeare come punto di partenza. I classici sono diventali tali perché trattano temi universali che colpiscono nel profondo l’animo umano in qualsiasi tempo e luogo.

Shakespeare è il solido punto di partenza a cui appoggiarsi, ma l’arrivo è ignoto. Il lavoro del laboratorio sarà una esplorazione ed una ricerca continua la cui finalità ultima e naturale è la creazione di uno spettacolo.

È un laboratorio dedicatovolantinolab-fila-web a chi ha già fatto corsi base di teatro o ha già esperienza di palcoscenico. Per chi vuole lavorare in gruppo giocando con le possibilità espressive dell’attore. Si lavorerà singolarmente e in gruppo sugli elementi base della recitazione: voce, corpo, sentimenti.

“Eliminando gradualmente tutto ciò che è superfluo, scopriamo che il teatro può esistere senza trucco, costumi e scenografie appositi, senza uno spazio scenico separato (il palcoscenico), senza gli effetti di luce e suono, eccetera. Non può esistere senza la relazione con lo spettatore in una comunione percettiva, diretta. Questa è un’antica verità… ”

(Jerzy Grotowski, Per un Teatro Povero)

 

Un incontro alla settimana di due ore il mercoledì alle 18.30

Presso EX FILA via Leto Casini 11 Firenze Sud

 

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro a Firenze dal 1996

Presentazione dei corsi

mercoledì 5 ottobre ore 21,30

NEWSTAZ Via Attavante 5, Firenze

Info ed iscrizioni
Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

volantino20frontehires

Shakespeare a brandelli | domenica 5/6 | Teatro dell’Affratellamento

 

 

VolantinoLAB

intrighi e passioni

Shakespeare a brandelli

Il corpo, la voce e i sentimenti degli attori sono il cuore dello spettacolo.
I personaggi di Shakespeare con le loro passioni, le vicende e gli intrighi sono rimasti dentro l’immaginario collettivo di molteplici generazioni e toccano nel profondo il cuore degli spettatori con i loro temi universali.

sh3

 

 

 

 

Gli attori hanno attinto a piene mani da questo universo di sentimenti creando uno spettacolo caleidoscopico fatto di frammenti, brandelli, lacerazioni fra comico e drammatico, fra passato e presente che trasporta lo spettatore nell’immaginario dell’anima.

 

sh2

Domenica 5 Giugno ore 21.15

TEATRO DELL’AFFRATELLAMENTO

Via Giampa
olo Orsini 73 Firenze

 

OFFICINA TEATRO ‘O scuola di teatro dal 1996
di Paolo Papini e Leonardo Torrini

Informazioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580
Sito: http://www.teatroo.it
Mail: info@teatroo.it
Blog: officinateatroo.wordpress.com
Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

LABORATORIO Officina Teatro ‘O

 

VolantinoLABfronte.WEB

LABORATORIO OFFICINA TEATRO ‘O

SHAKESPEAREvoce    corpo    sentimento

 

Shakespeare come punto di partenza. I classici sono diventali tali perché trattano temi universali che colpiscono nel profondo l’animo umano in qualsiasi tempo e luogo. Shakespeare è il solido punto di partenza a cui appoggiarsi, ma l’arrivo è ignoto. Il lavoro del laboratorio sarà una esplorazione ed una ricerca continua la cui finalià ultima e naturale è la creazione di uno spettacolo.
È un laboratorio dedicato a chi ha già fatto corsi base di teatro o ha già esperienza di palcoscenico. Per chi vuole lavorare in gruppo giocando con le possibilità espressive dell’attore. Si lavorerà singolarmente e in gruppo sugli elementi base della recitazione: voce, corpo, sentimenti.

 

VolantinoLABretro.WEB
Un laboratorio dedicato a chi ha già fatto corsi base di teatro o ha già una qualche esperienza di palcoscenico.
Un laboratorio per chi vuole lavorare in gruppo giocando ed esplorando con le possibilità espressive dell’attore.
Un laboratorio per lavorare sugli elementi base della recitazione: voce, corpo, sentimenti.
Un laboratorio per creare insieme ad altri uno spettacolo.

 

un arte è tanto più ricca
quanto è povera di mezzi

l’attore è al centro della scena
voce, corpo e sentimento
sono i suoi strumenti

 

Un incontro alla settimana di due ore il giovedì alle 18.30
Costo: 50€ al mese senza tassa di iscrizione

 

Sede del corso

NEWSTAZ Via Attavante 5, Firenze

 

Info ed iscrizioni Officina Teatro ‘O

Telefoni: 055 4684591 – 339 3318580 – 328 2793144

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

 

«Eliminando gradualmente tutto ciò che è superfluo, scopriamo che il teatro può esistere senza trucco, costumi e scenografie appositi, senza uno spazio scenico separato (il palcoscenico), senza gli effetti di luce e suono, etc. Non può esistere senza la relazione con lo spettatore in una comunione percettiva, diretta… »
Jerzy Grotowski, Per un Teatro Povero

Iscrizione corsi di recitazione OFFICINA TEATRO ‘O 2015/2016

 foto (10)

 

 

Dal 1 settembre iscrizioni aperte per i corsi di recitazione della OFFICINA TEATRO ‘O

I anno – corso base

Percorso tra i sensi: col corpo, nella voce, in gruppo“. Scoperta delle proprie capacità espressive – Disinibizione, Senso del Ridicolo, Improvvisazione. Il Corpo – Rilassamento, Respirazione, Fiducia in sé e negli altri. La Voce – Canale del Suono, Tipi di Voce, Giochi Vocali. Il Gruppo – Esercizi Collettivi, Socializzazione, Scoperta dei limiti propri e altrui. Saggio finale in teatro. 

Corso aperto a tutti

II anno – corso avanzato

Ricerca ed Espressione dei sentimenti – estroversi e grotteschi, intimi e nascosti. Donare il proprio Corpo, Voce ed Emozioni al personaggio – Studio del Personaggio, Interpretazione. Messa in scena in teatro di un testo d’autore.

Si accede al Corso con un anno di esperienza teatrale

III anno – corso avanzato

Lavoro dell’attore nella sua completezza, dalle attività con il testo alla ideazione di spettacoli: Interpretazione, Studio del Personaggio, Corpo Vocale, Copione Mimico e Messa in Scena. Scopo del lavoro è la creazione di uno spettacolo in tutti i suoi aspetti. 

Si accede al Corso con almeno due anni di esperienza teatrale

Laboratorio Shakespeare – Voce Corpo Sentimento

Shakespeare è il solido punto di partenza a cui appoggiarsi, ma l’arrivo è ignoto. Il lavoro del laboratorio sarà una esplorazione ed una ricerca continua, per chi vuole lavorare in gruppo giocando ed esplorando con le possibilità espressive dell’attore, lavorare sugli elementi base della recitazione: voce, corpo, sentimenti.

Si accede al Corso con almeno due anni di esperienza teatrale

 

Durata: ottobre – maggio, lezioni serali e pomeridiane.

Sede dei corsi

Newstaz – via Attavante 5, Firenze

 

VolantinoFronte.WEB

 

Officina Teatro ‘O – scuola di teatro a Firenze dal 1996

Info ed iscrizioni

Telefoni: 055 4684591 – 328 2793144 – 339 3318580

Sito: www.teatroo.it

Mail: info@teatroo.it

Blog: officinateatroo.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/pages/Officina-Teatro-O

Cosa resta del Sogno di una notte?

so fb

“Anche la più piccola opera d’arte, uno schizzo a matita di sei linee o il verso di una poesia di quattro righe, cerca in modo sfacciato e cieco l’impossibile, e’ rivolta al tutto. Vuole catturare il caos e rinchiuderlo in un guscio di noce.”
Queste parole del grande H. Hesse ve le dedico con tutto il cuore… le ho lette qualche giorno prima dello spettacolo e mi hanno aiutato nel momento dell’accartocciamento del diaframma (che avverrà)! Metteteci entusiasmo in ciò che andrete ad interpretare e divertitevi come pazzi! E’ una briciola della vostra vita importantissima! Da questa esperienza ho capito che su quelle travi non si può razionalizzare, può succedere di tutto, come cadere un bambù e trasformare un momento di “panico” in vera magia, essere presa per mano dalla complicità del pubblico! Ve lo dice una che l’anZia le è compagna fedele! E se la vergogna verrà a bussarvi, voi ricordatevi che la maggior parte del pianeta, non è arrivata dove siete arrivati voi… andatene orgogliosi!!! Tanta merda e buon divertimento a tutti!!! Un abbraccio

Carissimi, queste sono parole che vorrei arrivassero ai prossimi attori vincenti… ve le mando per messaggio così le gestite voi, perché non so dove pubblicarle, tipo blog… Baci e abbracci

 

Letizia/Ermia

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE | domenica 19/5 ore 21 Teatro Reims

so fb

Domenica 19 Maggio ore 21.00 Teatro Reims

OFFICINA TEATRO ‘O
di Paolo Papini e Leonardo Torrini
presenta

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di William Shakespeare

E’ uno spettacolo che scivola tra visioni sfuocate, ambigue e grottesche, dove gli attori – come nella tradizione del teatro shakespeariano – vestono più ruoli e ricreano un’atmosfera magica e surreale.

Favola cinica e spietata tra sogno e realtà, verità e menzogna, Sogno di una notte di mezza estate è stata continuamente reinterpretata in ogni terra e in ogni tempo. Abbiamo provato a farla anche nostra e ci abbiamo messo dentro tanta passione e moltissima musica non proprio convenzionale… il risultato? Vi aspettiamo a teatro…

La storia

I preparativi per le nozze di Teseo ed Ippolita sono turbati dai contrasti tra i quattro innamorati Lisandro, Ermia, Demetrio ed Elena, le cui inclinazioni non corrispondono ai matrimoni cui sono destinati.
Nel frattempo una improbabile compagnia di dilettanti sta preparando una commedia da presentare come omaggio alle nozze dei nobili Teseo ed Ippolita.
I contrasti tra gli amanti e la ricerca di tranquillità per le prove degli attori portano tutti i protagonisti a darsi appuntamento nel bosco al limite della città.
Ma si tratta di un bosco incantato dove i contrasti tra il re degli elfi e la regina delle fate provocano un turbine di apparizioni e sorprese, in una notte in cui nessuno riconosce più se stesso. Tra comici equivoci e magiche sorprese la notte trascorre come un sogno, al termine del quale sarà difficile distinguere le visioni dalla realtà.

Domenica 19 Maggio ore 21.00
TEATRO REIMS

Via Reims, 30 angolo Via Gran Bretagna (zona Gavinana) Firenze

Informazioni
tel 328-2793144 339-3318580 www.teatroo.it